State fermi

State fermi

State fermi e vedrete la salvezza che il SIGNORE compirà oggi per voi 

Esodo 14:12  Era appunto questo che ti dicevamo in Egitto: "Lasciaci stare, ché serviamo gli Egiziani!" Poiché era meglio per noi servire gli Egiziani che morire nel deserto». 13  E Mosè disse al popolo: «Non abbiate paura, state fermi e vedrete la salvezza che il SIGNORE compirà oggi per voi; infatti gli Egiziani che avete visti quest’oggi, non li rivedrete mai più.

Quando si presentano momenti duri, più di quanto avevamo immaginato, come reagiamo?

Per quattrocento anni, i figli d'Israele gridarono a Dio per la liberazione. Quando Mosè venne, molti di loro si rallegrarono che le antiche promesse di Dio al Suo popolo fossero state ricordate e adempiute. Malgrado lo avessero rimproverato dopo i primi tentavi che fecero peggiorare la situazione. Dopo che dieci piaghe devastarono il paese d'Egitto e il faraone alla fine accettò di lasciarli andare, uscirono carichi di tesori, diretti verso la terra da Dio promessa.

Eppure, quel viaggio non fu come si aspettavano. Quando furono tra il Mar Rosso e l'esercito del Faraone che li inseguiva, si disperarono. Non ricordavano più il potere di Dio che avevano visto manifestarsi più e più volte, per proteggerli dalle piaghe che avevano devastato i loro vicini egiziani. Non ricordavano il modo in cui le diverse piaghe avevano rivelato esplicitamente la debolezza dei vari dei adorati dagli egiziani, evidenziando la grandezza ineluttabile dell’Iddio dei loro padri. Invece si disperavano.

C'era molto da giustificare il terrore di Israele, dal punto di vista umano;  ma ci sono cose non così facili da scusare, uno è lo spirito sarcastico e ingiusto con cui questi israeliti trattano il loro leader. Dissero a Mosè che avrebbero voluto che li avesse lasciati schiavi, e che, tutto sommato, c’erano anche abbastanza tombe per poterli seppellire. Il secondo, e più grave è, quando Dio non rimosse immediatamente ogni ostacolo dal loro cammino, la loro fede svanì. Era questa la fede che Dio richiedeva al Suo popolo? Ma è sicuro che questa si possa chiamare “Fede”? la fede non deve e non può svanire alle prime ombre del tramonto, né può illuminarsi solo alle prime luci dell’alba. La fede crede, quando è buio, che il solo spunterà, e sa, che quando il sole brilla, prima o poi si farà buio.

Tutti noi vivremo momenti in cui le cose non vanno come vorremmo. In quei momenti, dobbiamo ricordare che Dio ha il controllo di ogni cosa e che fa ciò che è meglio e giusto.

Allora il comando di Dio è: state fermi e vedrete la salvezza che il SIGNORE compirà oggi per voi;”.  Sicuramente significa, tra le altre cose, che dobbiamo aspettare un po’. Anche se il tempo è prezioso, ci sono momenti in cui deve scorrere, è il tempo in cui Dio agisce.

Aspettare in preghiera, tuttavia invocarlo. Aspettare con fede, calma e pazienza, senza mormorare, ma benedicendolo sempre e comunque per ogni cosa.

Ricordiamoci sempre che, i tempi duri non sono una prova che Dio ci ha abbandonato; sono un'opportunità per vedere il Suo potere in azione.

Vostro in Cristo, 

P.re Marcello D'Ambrosio

 

 


Stampa   Email

Vedi Anche

Anche la chiamata più debole

Anche la chiamata più debole

Ma io so che il mio Redentore vive

Ma io so che il mio Redentore vive

Attrazione, Sempre pieni; mai vuoti

L’attrazione - Sempre pieni; mai vuoti

Attenzione Dio è geloso!

Attenzione Dio è geloso!

Coraggio non sei Solo

Coraggio