Nulla sarà più come pima

Nulla sarà più come pima

Nulla sarà più come pima

Ci risiamo, la tanto temuta seconda ondata del corona virus è arrivata, nuovi lock down, nuovi “DPCM”, ma questa volta la chiusura è per zone e colori.

Scontri al vertice tra chi ci governa: vedute diverse, pensieri contrastanti, insomma, il caos totale, confusione tra le verità “ ANNUNCIATE” e le verità “NASCOSTE” e in tutto questo affannarsi dell’uomo, Dio è lontano, abbandonato a se stesso, tirato in gioco all’occorrenza per giustificarsi! Che tristezza per quanti pensano tutto ciò! Proprio come la scena, triste, che leggiamo in

Luca 22:54-62: 54 Dopo averlo arrestato, lo portarono via e lo condussero nella casa del sommo sacerdote; e Pietro seguiva da lontano.
55 Essi accesero un fuoco in mezzo al cortile, sedendovi intorno. Pietro si sedette in mezzo a loro. 56 Una serva, vedendo Pietro seduto presso il fuoco, lo guardò fisso e disse: «Anche costui era con Gesù». 57 Ma egli negò, dicendo: «Donna, non lo conosco». 58 E poco dopo, un altro lo vide e disse: «Anche tu sei di quelli». Ma Pietro rispose: «No, uomo, non lo sono». 59 Trascorsa circa un'ora, un altro insisteva, dicendo: «Certo, anche questi era con lui, poiché è Galileo». 60 Ma Pietro disse: «Uomo, io non so quello che dici». E subito, mentre parlava ancora, il gallo cantò. 61 E il Signore, voltatosi, guardò Pietro; e Pietro si ricordò della parola che il Signore gli aveva detta: «Oggi, prima che il gallo canti, tu mi rinnegherai tre volte». 62 E, andato fuori, pianse amaramente.

Seguire da lontano

Quanti come Pietro, dopo essere stati a stretto contatto con Gesù, averlo visto all’opera nella propria vita e in quella degli altri, davanti alle accuse mosse alla persona o al messaggio di Gesù, davanti alle tempeste che soffiano sulla nostra vita mettendola a rischio, ci defiliamo, ci allontaniamo negando il tutto. In un periodo dove essere Cristiani è quasi blasfemo, dove la famiglia composta da un padre e una madre è retrogata e guai a difenderla, guai a parlare di Dio o semplicemente nominarlo o nominare la SUA PAROLA, la bibbia che crea discussioni e quante volte per evitare le “discussioni”, quindi metterci contro gli altri evitiamo di parlare, lasciando perdere per non alimentare contese, quante volte abbiamo taciuto?

Un tempo per tacere e un tempo per parlare                                                                                              

Ecclesiaste 3:1,7

1 Per tutto c'è il suo tempo, c'è il suo momento per ogni cosa sotto il cielo… un tempo per tacere e un tempo per parlare; 
Non è tempo di tacere, la chiesa, la sposa di Cristo deve dare un ulteriore slancio, ancor più forte e deciso!

Matteo 10:26-28

26 Non li temete dunque; perché non c'è niente di nascosto che non debba essere scoperto, né di occulto che non debba essere conosciuto. 27 Quello che io vi dico nelle tenebre, ditelo nella luce; e quello che udite dettovi all'orecchio, predicatelo sui tetti. 28 E non temete coloro che uccidono il corpo, ma non possono uccidere l'anima; temete piuttosto colui che può far perire l'anima e il corpo nella geenna.

Quel che sta succedendo nel mondo è un sonoro avviso che Gesù, il Signore e Salvatore, sta per tornare! E’ come disse in un suo discorso il presidente del consiglio Giuseppe Conte:” Dopo il Coronavirus, nulla sarà più come prima”. Dunque, anche dopo il ritorno di Cristo sulla terra, nulla sarà più come prima!

Questi i due scenari, dai quali non si può sfuggire:

Apocalisse 21:1-4

1 Poi vidi un nuovo cielo e una nuova terra, poiché il primo cielo e la prima terra erano scomparsi, e il mare non c'era più. 2 E vidi la santa città, la nuova Gerusalemme, scendere dal cielo da presso Dio, pronta come una sposa adorna per il suo sposo. 3 Udii una gran voce dal trono, che diceva: «Ecco il tabernacolo di Dio con gli uomini! Egli abiterà con loro, essi saranno suoi popoli e Dio stesso sarà con loro e sarà il loro Dio. 4 Egli asciugherà ogni lacrima dai loro occhi e non ci sarà più la morte, né cordoglio, né grido, né dolore, perché le cose di prima sono passate».

Apocalisse 21:8

Ma per i codardi, gl'increduli, gli abominevoli, gli omicidi, i fornicatori, gli stregoni, gli idolatri e tutti i bugiardi, la loro parte sarà nello stagno ardente di fuoco e di zolfo, che è la morte seconda».

C’è ancora tempo, non tutto è perso, ascolta le parole di Gesù, falle tue, proprio ora!

Giovanni 11:25-26
25 Gesù le disse: «Io sono la risurrezione e la vita; chi crede in me, anche se muore, vivrà; 26 e chiunque vive e crede in me, non morirà mai. Credi tu questo?»

Vostro in fratello Cristo, Francesco Taverniti.

Dio vi benedica!

 

 

 


Stampa   Email

Vedi Anche

Attrazione, Sempre pieni; mai vuoti

L’attrazione - Sempre pieni; mai vuoti

Attenzione Dio è geloso!

Attenzione Dio è geloso!

Coraggio non sei Solo

Coraggio

Il suo nome è: il SIGNORE degli eserciti

Il suo nome è: il SIGNORE degli eserciti

Transizione

Transizione