Aiutarsi a vicenda

Aiutarsi a vicenda

Aiutarsi a vicenda. Galati  5:1-2

Galati 5:1 Fratelli, se uno viene sorpreso in colpa, voi, che siete spirituali, rialzatelo con spirito di mansuetudine. Bada bene a te stesso, che anche tu non sia tentato.2  Portate i pesi gli uni degli altri e adempirete così la legge di Cristo. (cfr. Fil 4:3)


È molto raro nella storia dell'opera di Dio trovare grandi cose fatte da un individuo che lavora da solo. Il modello che Gesù stabilì quando mandò i discepoli a predicare a coppie non è una coincidenza, ma piuttosto un riconoscimento di una verità importante. Siamo molto più forti quando siamo insieme rispetto a quando siamo soli. Salomone disse: "Due sono meglio di uno ... Perché se cadono, l'uno solleverà il suo compagno" (Ecclesiaste 4: 9-10). Non è difficile cadere o scoraggiarsi o incontrare difficoltà oggettive, per le quali, è molto gradito l’aiuto di fratello. Nell’adoperarci in questo agevoleremo sicuramente l’opera che Dio intende manifestare per mezzo tuo. Egli fa di te un’immagine del Cristo vivente!

Ognuno di noi ha la responsabilità di essere un incoraggiamento, un aiuto e un supporto per coloro che ci circondano. Alcune persone si concentrano solo sui propri bisogni, esclamando la frase tipica che spesso sentiamo, “chi si prende cura di me?” Ma il modello stabilito da Gesù è quello di prendersi cura degli altri piuttosto che di se stessi. Durante l'Ultima Cena lavò i piedi dei discepoli. Quel lavoro era considerato così umiliante che solo a uno schiavo straniero poteva essere ordinato di eseguirlo: a uno schiavo ebreo doveva essere chiesto se era disposto ad accettare il lavoro. Eppure lo stesso Signore del Cielo prese un asciugamano e svolse un compito che nessun altro era disposto a fare. Poi Gesù disse: “Se dunque io, che sono il Signore e il Maestro, vi ho lavato i piedi, anche voi dovete lavare i piedi gli uni agli altri”. Giovanni 13:14
Certo, è penoso, e non sempre agevole. Ma se amiamo Cristo, e se reputiamo di essere i Suoi discepoli, allora, non solo è necessario ma ci è dovuto.

Consideriamo inoltre la rimunerazione che solo Dio sa e può dare.

Gesù disse: ne avranno cento volte tanti, e erediterà la vita eterna. Mt 19:9

Se ci concentriamo sui modi in cui possiamo essere di aiuto e incoraggiamento per gli altri, scopriremo di avere sempre un ministero efficace. Non mancano persone che lottano e portano pesanti fardelli. Quando aiutiamo ad alleviare questi fardelli, edifichiamo il corpo di Cristo.

Ricorda sempre che:
C'è qualcuno oggi per il quale la tua parola di incoraggiamento potrebbe fare la differenza nel mondo.

P.re Marcello D’Ambrosio

 


Stampa   Email

Vedi Anche

Attrazione, Sempre pieni; mai vuoti

L’attrazione - Sempre pieni; mai vuoti

Attenzione Dio è geloso!

Attenzione Dio è geloso!

Coraggio non sei Solo

Coraggio

Il suo nome è: il SIGNORE degli eserciti

Il suo nome è: il SIGNORE degli eserciti

Transizione

Transizione